La nostra comunità dovrà essere concreta, visibile, tangibile. Una comunità né troppo grande, né troppo piccola, che dia tutte le attività quell’indispensabile coordinamento, quell’efficienza, quel rispetto della personalità umana, della cultura e dell’arte che la civiltà dell’uomo ha realizzato nei suoi luoghi migliori.

Adriano Olivetti

CIVIC Quaderni

una rivista che ci piacerebbe leggere, per un mondo che vorremmo vedere.

Instagram

parlare di cose serie, ma con semplicità: perché no?