Siamo andati alla ricerca di luoghi straordinari. Che raccontano storie e ispirano azioni.

Abbiamo immaginato di raccogliere edifici, piazze o rioni, biblioteche o parchi, o ancora punti di ritrovo di una comunità.

Abbiamo trovato questo, e altro ancora: centri culturali e condomini solidali. E ancora bocciofile, biblioteche,
castelli e community hub. 

Ne abbiamo scovati 76: sono i primi CIVIC PLACES!

Dove trovare i CIVIC PLACES?

Stendhapp

A questo punto, sarebbe bello poterli visitare per davvero i CIVIC PLACES, non è così?

E se ti dicessimo che è possibile farlo grazie a Stendhapp, l’app per il turismo e la cultura ispirata alla sindrome di Stendhal, che ti aiuta a scoprire la bellezza del territorio in cui ti trovi?

La mappa illustrata

La mappa illustrata

SCARICALA ORA

Il servizio di Sky

Il servizio di Sky

RIVEDILO ORA

La selezione completa

La selezione completa

SCARICALA QUI

I prossimi step

I CIVIC PLACES saranno riconoscibili attraverso un marchio registrato, ma non solo: da qui prende il via l’attività di scoperta, promozione e valorizzazione dei luoghi del noi. Per non perderti le prossime iniziative, iscriviti alla newsletter!

Le fasi di CIVIC PLACES

La call è aperta!

  • GIUGNO - SETTEMBRE 2021

Stiamo selezionando i CIVIC PLACES

  • OTTOBRE 2021

La mappa è pronta

  • NOVEMBRE 2021

Raccontiamo le esperienze più belle

  • NOVEMBRE 2021 - ongoing

CIVIC PLACES: i più belli, attivi e inclusivi

Clicca sulle immagini per vedere i servizi speciali dedicati ad alcuni dei luoghi più belli, attivi e inclusivi

L'iniziativa è promossa da:

Media partner

Partner

FAQ

Per poter essere un CIVIC PLACE, un luogo deve essere accessibile almeno una volta l’anno.

No, la qualifica ottenuta avrà validità di tre anni, allo scadere dei quali si potrà richiedere il rinnovo della certificazione.

Le candidature sono state valutate da un comitato scientifico composto da alcuni membri di Fondazione Italia Sociale, Touring Club italiano e Fondazione Adriano Olivetti.

Le beCIVIC calls sono delle vere e proprie chiamate all’azione con cui vogliamo coinvolgere la nostra community su temi sempre diversi. L’obiettivo delle iniziative è quello di mettere buone azioni in circolo, rendere le buone idee contagiose e ispirare le persone ad attivarsi per una società più giusta e un futuro migliore.

La campagna non è finita qui, anzi: da questo momento in poi andremo a costruire insieme una rete di valorizzazione dei luoghi. Per proporci un’idea, un evento o un’iniziativa, scrivici a info@becivic.it

La sede dell’associazione, cooperativa, o qualsiasi altra organizzazione, a meno che non abbia una storia ed un significato specifico dietro.

I CIVIC PLACES sono stati selezionati da un comitato di valutazione secondo criteri obiettivi: significato civico, capacità evocativa e accessibilità. Altri indicatori hanno poi costituito un valore aggiunto: la sostenibilità del modello proposto, la partecipazione (ampiezza e composizione dei
partenariati promotori) e la capacità di essere al centro di un progetto di comunicazione.

Il viaggio è iniziato qui: le fasi precedenti

Come ha funzionato la call?

A giugno del 2021 la campagna CIVIC PLACES è partita alla ricerca di luoghi che avessero una cosa in comune, ovvero una storia da raccontare, e che potessero essere simbolo di bellezza, inclusione, comunità.

L’obiettivo è quello di raccontare un’Italia al di fuori delle rotte comuni e riscoprire i valori di partecipazione, comunità e cura nei confronti degli altri e delle altre e degli spazi che abitiamo.

Abbiamo chiamato a raccolta tutti e tutte perché potessero suggerirci dei luoghi attivati dalle persone che frequentano quegli spazi attraverso idee, progetti, racconti e incontri

I criteri

Capacità di ispirare

Una memoria e una storia

Accessibilità

All'inizio ce li immaginavamo così...

Abbiamo ricevuto oltre duecento segnalazioni: tra queste, il comitato di valutazione ha selezionato i 76 CIVIC PLACES della prima mappa dei luoghi del noi.